“Il bello del Giappone” di Simona Angioni

Il bello del Giappone, nonostante Hello Kitty e i delfini.

Il Bello del Giappone
È cominciata sull’aereo, la sensazione di essere cullata. Come se ci fossero onde e io fossi su una nave, invece che in volo. E non mi ha mai abbandonato, per tutto il viaggio in Giappone. Una specie di nenia, di dolcezza perenne, un ciondolare assorto in balia di una droga leggera. Non so il perché di questa morbida distanza. Forse per contrastare i continui stimoli di un paese fuori di testa. Read More…

L’altro Tetto del Mondo: il Ladakh di Simona Angioni

In cammino tra le cime dell’Himalaya e del Karakorum nel distaccamento spirituale del Tibet. Un luogo immobile nel tempo e consacrato alla ricerca della felicità.

Il Ladakh di Simona Angioni

Fotografia di M. Richard Stiller

La montagna regala cieli notturni divorati dalle stelle.
Raramente, però, il buio diventa tenebra.
C’è sempre un pezzo di città a disturbare.

Non in Ladakh, la regione dello Stato indiano del Jammu e Kashmir, incastonata tra le catene montuose dell’Himalaya e del Karakorum.

Read More…

Nello Spazio, qui sulla Terra: il West di Simona Angioni

Un viaggio on the road nel West dei film e degli speroni

il West di Simona Angioni

In attesa che si possa scegliere di passare l’estate su Marte, si può sempre arrivare a Denver, affittare un’auto e iniziare a guidare verso il Wyoming o il South Dakota.
Anche lì, lo Spazio non manca. Read More…

La Patagonia di Simona Angioni

La terra dove finisce la Terra

Patagonia

LE EMOZIONI FORTI DELLA PATAGONIA E DELLA NATURA CHE DIVENTA OSSIMORO

«Il viaggio non solo allarga la mente. Le dà forma», scriveva Bruce Chatwin. Uno che la Patagonia la conosceva sul serio. Read More…

Simona Angioni: Walk the Casbah

SOLO A PIEDI SI PUÒ SCOPRIRE MARRAKECH, LA CITTÀ CHE NON CONOSCE SILENZIO

Walk the Casbah - Simona Angioni

Agenzia FOS

Il sole accende la città color ocra. Sulle mura infuocate, le cicogne battono i becchi. Hanno nidi che sono cerchi perfetti. Nell’alba che esplode, il muezzin alza la voce fino alla fine del cielo. Marrakech si scopre solo a piedi. Nessun altro mezzo di trasporto può davvero portarti dentro.

I miei passi puntano in tutte le direzioni possibili. Arrivo a piazza Djemaa el Fna.

Read More…

Next Posts