Simona Angioni: Parigi, ancora

Pennellate di una giovane scrittrice sulla metropoli che non stanca mai

Parigi, ancora - Simona Angioni Parigi è uno spettacolo senza quinte, attori e copioni. È la messa in scena di un posto speciale. L’eleganza delle vetrine del centro non fa neppure venir voglia di entrare nei negozi. Bastano le composizioni sui marciapiedi a soddisfare i sensi. Viene il torcicollo destra sinistra, sinistra destra. Patisserie. Boulangerie. Charcuterie. Papeterie. Poissonnerie. I citofoni non esistono. Al loro posto ci sono numeri, codici da sapere a memoria o da segnarsi sull’agenda. Se non li conosci, non entri.

Read More…