Gigantografia nello Spazio Ducrot

L’Itala, il Principe Scipione Borghese, Luigi Barzini e la gara Pechino – Parigi.

Era una bella giornata del 1987 quando, sempre alla ricerca di vecchie motociclette, sotto la rupe di Orvieto mi sono imbattuto, dentro un capannone, in un grande cassone di legno. L’ho girato, togliendoli quel poco di fieno che lo copriva, ed è uscita fuori una gigantografia. L’immagine era proprio bizzarra: una vecchia automobile, sopra una strada ferrata, lungo le sponde di un fiume o lago. Due signori guardano il fotografo in una posizione come se volessero mostrare il luogo e la macchina, non certo se medesimi.
Read More…