La Biblioteca del Viaggiatore

Sono principalmente due gli obbiettivi della Biblioteca del Viaggiatore

Il primo è quello di fornire a studenti, studiosi e cultori della materia del viaggio una raccolta organica di testi schedati attraverso una consultazione virtuale. Il secondo è quello di offrire una serie di specializzazioni poco comuni di un settore sia molto amplio e sia molto specializzato. Il servizio è fruibile via internet gratuitamente compilando un apposita scheda.

Biblioteca del Viaggiatore

A. Roquin, 1935

Il primo aspetto è quanto mai attuale e connesso con la rivoluzione che le nuove tecnologie stanno portando nel mondo della consultazione letteraria e più in generale nella lettura. Il testo viene schedato sotto varie parole chiave generiche (autore, titolo, editore, anno, ecc.) e alcune chiavi tematiche come per esempio paese descritto, tipologia (libro guida, romanzo, saggio, atlante, opuscolo, ecc.). Il tema del viaggio è molto articolato e copre moltissimi settori, direi praticamente tutti. Ecco quindi il perché ho voluto anche specificare le tematiche principali del testo: archeologia, religione, commercio, esplorazione, giornalismo, turismo, gastronomia, ecc. La ragione di una classificazione tematica è stata pensata soprattutto per coloro che intendono visitare la biblioteca per studio o in preparazione o per approfondimenti dopo il proprio viaggio. Oggi i testi sono visibili recandosi nella sede della biblioteca ma l’obbiettivo finale è quello di rendere ogni testo fuori dai vincoli legali dei diritti letterari fruibile “on line”. In questo modo, per esempio durante il viaggio stesso sarà anche possibile scaricare il testo come le guide turistiche. Il secondo aspetto è legato ad alcune specializzazioni poco comuni della Biblioteca del Viaggiatore. In particolare ho voluto orientare la biblioteca al tema del viaggio italiano. Molte biblioteche geografiche hanno testi di viaggio ma ad essi sfuggono ad esempio i romanzi, i racconti, le autobiografie, le poesie, insomma la Letteratura di viaggio. Questi testi vengono sempre classificata per autore nelle biblioteche generiche ma non per genere o per tema. Io ho voluto quindi includere, unire più possibile le opere degli autori specifici e letterari che descrivono il territorio e quindi ne esaltano letterariamente la propria identità. Carlo Emilio Gadda in Quel pasticciaccio brutto di via Merulana o Carlo Levi in Cristo si è fermato ad Eboli, Giovanni Verga con I Malavoglia, I Racconti di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Giosuè Carducci con Davanti a San Guido fanno compiere un viaggio descrittivo di una città, regione, dando spunti e stimoli certamente più significativi di qualsiasi guida turistica. In molte biblioteche poi mancano spesso settori specializzati sulle scienze del turismo, economia turistica, storia del trasporto, le guide e altri temi specialistici ma molto importanti. (continua sul sito…)

Vai al sito della Biblioteca del Viaggiatore

Vai agli speciali sulla Biblioteca del Viaggiatore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>