Japan Performing Arts allo Spazio Ducrot

Japan Performing Arts” allo Spazio Ducrot

Viaggi Dell’Elefante ospita le diverse forme d’arte della tradizione giapponese

Giovedì 30 novembre, presso lo Spazio Ducrot di Roma, sede del tour operator Viaggi Dell’Elefante, sarà inaugurata alle ore 19.00 la mostra fotografica di Fabio Massimo Fioravanti “ Japan Performing Arts ”; in tale occasione il fotografo, con cui Viaggi Dell’Elefante vanta altre collaborazioni, presenterà due arti del teatro giapponese, Noh e Butoh, messe a contrasto grazie a fotografie stampate su una preziosa carta fatta a mano a foglio singolo: la “Awagami Bizan”,  di tradizione artigianale giapponese.

Da una parte si potranno ammirare – tra le altre – le fotografie di “Sagi / L’Airone”, un’opera del Teatro Noh inscenata dal Maestro Udaka Michishige nel settembre 2016. Trattasi di un’opera molto particolare, una delle poche in cui l’attore recita senza maschera, ma è anche un’opera che si recita una volta sola nella vita, o da molto giovani o alla fine della carriera: Sagi, l’airone, sul finale vola via per non tornare più, a simboleggiare la fine della vita professionale dell’attore.

L’altra arte performativa immortalata da Fioravanti è la Danza ButohHisoku / Colori segreti”  di Ima Tenko. A differenza del Teatro Noh, arte tradizionalista e nobile risalente al XIV secolo, il Butoh è una forma di danza contemporanea nata alla fine degli anni ’50, caratterizzata da una fisicità importante e volta a esporre lo spirito del popolo giapponese a nuove sfide per ribaltare il senso comune dell’estetica nella danza. Queste fotografie sono una novità assoluta e sono state scattate nel teatro Butohkan di Kyoto, il primo teatro dedicato completamente al butoh e inaugurato nell’estate del 2016, con il quale Fioravanti collabora.

Durante la serata Monique Arnaud offrirà una dimostrazione della gestualità e dell’uso della maschera nel Teatro Noh e alcuni esempi di kata (movimenti codificati) presso la galleria d’arte contemporanea Spazio Nuovo, di fronte alla sede di Viaggi Dell’Elefante, dove verrà presentato per la prima volta anche il video “Udaka”,dei due videomaker Giuliano Cammarata e Alessio Nicastro.

L’evento ospiterà anche l’esposizione di oggetti “Nurimoro”, manufatti laccati secondo la tradizione giapponese, presentati dall’Associazione “Amici della Fondazione Natalino Corazza”. Il ricavato della vendita di tali oggetti da collezione andrà a sostegno della “Fondazione Natalino Corazza Psoriasi&Co Onlus”, la prima fondazione in Italia che ha a cuore la salute e la qualità della vita delle persone affette dalla psoriasi.

 

Lo Spazio Ducrot è la sede di Viaggi Dell’Elefante ed è sito in Via d’Ascanio 8/9, nel centro storico di Roma. E’ stato inaugurato nel 2012 con il proposito di ospitare mostre, presentazioni di libri, e tutte le forme di celebrazione del caleidoscopico mondo dei viaggi.

Per maggiori informazioni: www.viaggidellelefante.it

Fabio Massimo Fioravanti, romano, è autore di reportage fotografici sul Giappone, l’Asia Centrale, l’India e l’Africa del sud. Ha pubblicato vari libri tra i quali ricordiamo: La Via del Noh. Udaka Michishige: attore e scultore di maschere, 2014; Zuiganji. La vita dei monaci Zen, 2011. Insieme a Viaggi Dell’Elefante ha esposto nello Spazio Ducrot le fotografie presenti nel libro “La Via del Noh” tra il 2014 e il 2015 e presso la sede di Banca Generali di Via Leonida Bissolati 76 nel 2017, e di nuovo allo Spazio Ducrot le fotografie di “Elegia Siriana | A Syrian Elegy” nel 2017 in collaborazione con Paolo Romani.

Monique Arnaud studia e recita il teatro Noh da oltre trenta anni sotto la guida del Maestro Michishige Udaka e segue il suo insegnamento di scultura di maschere. Si esibisce regolarmente in ruoli da attore protagonista (shite) del teatro Noh sui palchi giapponesi. In Italia diffonde l’insegnamento del canto e della danza Noh, collabora alla regia di opere liriche, teatro di figura, prosa e performance site specific. E’ l’unica shihan (istruttore autorizzato) che insegna stabilmente il teatro Noh fuori dal Giappone ed è il Direttore europeo dell’International Noh Institute (INI). Conduce un laboratorio intensivo di regia teatrale all’Università IUAV di Venezia, basato sulla pratica del teatro Noh, ma mirato a produzioni contemporanee.

La Fondazione Natalino Corazza è stata fondata nel 2014 per volontà di Maria e Valeria Corazza, moglie e figlia di Natalino Corazza che è stato un geniale imprenditore nel settore delle macchine automatiche per l’imballaggio.

Perché ha come missione la ricerca sulla psoriasi e sulle sue complicanze? Questa malattia ha condizionato l’intera esistenza di Natalino Corazza e dei membri della sua famiglia, costringendoli a sottoporsi a cure costanti e continue, a volte dolorose, a volte senza efficacia alcuna, ma che troppo spesso hanno prodotto rilevanti dati collaterali. Per realizzare gli obiettivi in linea con i valori in cui credono le fondatrici, la Fondazione persegue senza sosta la via della ricerca scientifica finanziando borse di studio e promuovendo – attraverso l’organizzazione di convegni – l’incontro tra medici e pazienti per rimanere sempre aggiornati sulle novità terapeutiche.

Per maggiori informazioni: www.fondazionecorazzapsoriasiandco.it

Nel mese di agosto 2017 è stata costituita l’associazione “Amici della Fondazione Natalino Corazza” ed è possibile tesserarsi per diventare socio. Essere Socio della Associazione significa diventare parte integrante di un ente vivo che vuole migliorarsi giorno dopo giorno per aiutare le persone che soffrono di psoriasi. Significa sostenere la crescita dell’associazione e i suoi progetti attraverso la partecipazione alle assemblee dei soci e la condivisione di idee, di competenze e di contatti potenzialmente utili alla causa.

Fondato nel 2010, Spazio Nuovo, sito a Roma in Via d’Ascanio 20, si dedica allo sviluppo dell’arte contemporanea italiana e internazionale, con un’attenzione speciale verso la fotografia e il lavoro degli artisti latinoamericani. La sua innovazione poetica e il suo rigore hanno permesso alla galleria di rafforzare i propri legami con importanti collezionisti e istituzioni internazionali, diventando un punto di riferimento per costruire una collezione privata di opere fotografiche. I direttori sono Guillaume Maitre e Paulo Pérez Mourìz. Spazio Nuovo vanta molte collaborazioni importanti, tra queste: L’Académie de France à Rome – Villa Médicis, Il Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps, Roma, The Museum of Fine Arts, Boston, The Astrup Fearnley Museum, Oslo, The Private Museum, Singapore, Il Museo Nazionale d’Arte Reina Sofia, Madrid, The Embassy of France, Roma, The Embassy of Brazil, Roma.

Per maggiori informazioni: www.spazionuovo.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>