Bruno Boschin Libreria del Viaggiatore

Ieri il nostro amico Antonello Franceschi mi ha dato la notizia della tua morte, Bruno.
Commosso Antonello, mi ha detto che ti aveva incontrato quindici giorni fa, io dieci.
Ho attaccato il telefono e ho pensato che il primo ricordo di te è stato proprio grazie ad Antonello, che ci ha fatto conoscere.
La nostra passione per i libri ci ha uniti sin dai primi anni della Libreria del Viaggiatore, quando con Marco, Flavia, Mimmo, Amerigo e altri tuoi amici hai iniziato l’avventura lasciando quel mondo grigio dell’Europassistance. Un coraggio immenso, una grande passione, un sogno che si avverava. Ma anche un pellegrinare da te per l’esempio che stavi dando a tutti.

Bruno
La prima volta che passai alla Libreria del Viaggiatore fu indimenticabile.
Read More…

Gigantografia nello Spazio Ducrot

L’Itala, il Principe Scipione Borghese, Luigi Barzini e la gara Pechino – Parigi.

Era una bella giornata del 1987 quando, sempre alla ricerca di vecchie motociclette, sotto la rupe di Orvieto mi sono imbattuto, dentro un capannone, in un grande cassone di legno. L’ho girato, togliendoli quel poco di fieno che lo copriva, ed è uscita fuori una gigantografia. L’immagine era proprio bizzarra: una vecchia automobile, sopra una strada ferrata, lungo le sponde di un fiume o lago. Due signori guardano il fotografo in una posizione come se volessero mostrare il luogo e la macchina, non certo se medesimi.
Read More…